Oggi siamo con Sun An, CEO e fondatrice della startup Food Culture Lab. Con il suo brand “Seoul Sisters” ha lanciato l’innovativo “Kimchi seasoning mix“, un condimento al kimchi vincitore di diversi premi per l’innovazione nel campo dell’industria alimentare. Il “Kimchi seasoning mix” è ora disponibile in Asia e negli Stati Uniti e verrà lanciato in Europa a breve.

“Nel 2008, durante il mio secondo anno all’università, trascorsi un periodo di tempo nelle Filippine. In quel periodo, la popolarità del cibo coreano e del K-pop era in crescita in Asia, e molte persone del luogo mi chiedevano di preparare per loro dei piatti coreani. Da qui è partita l’idea di vendere Tteokbokki (tortini di riso con salsa piccante) insieme a mia sorella (Kimberly An) al mercato notturno. I nostri clienti e amici cominciarono a chiamarci Seoul Sisters. ” ci racconta Sun An.

“E’ stata la nostra prima esperienza nel campo della ristorazione, ed abbiamo trovato non poche difficoltà. Ma rendere felici i nostri clienti con il cibo ci ripagava dalla fatica. Da quel momento abbiamo sempre avuto dei business legati al cibo.”

Cosa hai imparato durante la tua esperienza di vita e di lavoro all’estero?

Sicuramente ho imparato molto sul business a livello internazionale, dato che ho vissuto e lavorato in un paese diverso da quello dove sono nata e cresciuta. Aprire una azienda nelle Filippine mi ha insegnato a diventare una leader, comunicare in maniera efficace in una lingua diversa dalla mia lingua madre, a condividere la propria visione con i tuoi collaboratori e a lavorare basandosi sulla responsabilità e la fiducia.

Com’è percepito secondo te il cibo coreano all’estero e quali strategie seguire per renderlo più popolare?

Quando ho cominciato a lavorare nel food business di cucina coreana nel 2010, c’erano poche persone che apprezzavano il cibo coreano o erano interessate alla cultura coreana. Fortunatamente negli ultimi dieci anni l’interesse sulla coreano e il mercato del cibo coreano sono cresciuti tantissimo.

All’inizio della mia carriera mi capitava spesso di incontrare persone che non sopportavano l’odore del kimchi, ma ora molte persone (spesso anche non coreani), apprezzano questo cibo e spesso lo preparano a casa. Il mercato però è anche molto competitivo, quindi abbiamo dovuto trovare un qualcosa che ci distinguesse. Comprendere la cultura e le tradizioni del luogo che ci ospitava per poter condividere il nostro cibo coreano è stato fondamentale. Inoltre, è stato fondamentale anche seguire dei trend globali come il veganismo e la sostenibilità ambientale e incorporarli nel nostro lavoro.

Come ti è venuta l’idea di creare un condimento al kimchi?

Quando lavori in una azienda alimentare all’estero ed hai bisogno di importante ingredienti, ci sono delle difficoltà da gestire come la scadenza, la conservazione dei prodotti freschi e non ultima la burocrazia. Anche se la richiesta di kimchi aumenta di anno in anno, bisogna risolvere questo tipo di problemi per aumentare l’esportazione. La popolarità dei cibi piccanti coreani mi ha fatto venire l’idea quindi di un prodotto che abbia le qualità del kimchi senza i problemi di conservazione del kimchi fresco, ed quindi abbiamo creato il Kimchi Seasoning che è diventato il nostro prodotto di punta.

kimchi seasoning mix bbq

Cosa di piace di più del tuo lavoro? Qual è la tua giornata lavorativa tipica?
Sono una persona che adora lavorare – amo il mio lavoro e ne sono completamente assorbita. Lavoro 12 ore al giorno e spesso anche nei weekend. L’industria alimentare è piena di ostacoli e devo assicurarmi che i nostri prodotti rispettino standards molto rigorosi. Ciononostante, quando ricevo commenti positivi sui nostri prodotti dai nostri clienti, questo mi spinge a lavorare ancora più duramente e mi rende felice. In breve, credo di essere stacanovista (ride).

Che ne pensi dell’industria alimentare coreana? C’è molta innovazione?

L’industria alimentare coreana è cambiata in maniera drastica a causa di crisi sanitarie, non ultima quella che stiamo vivendo ora del COVID-19. Ora l’industria preferisce ingredienti locali rispetto a quelli importati e c’è più attenzione ai processi di produzione di questi ingredienti. C’è grande rispetto per i produttori di materie prime o per i coltivatori. Per questi motivi si cerca di acquistare direttamente dai produttori piuttosto che dalle grandi distribuzioni. Anche se può essere più costoso, ci sono dei vantaggi in termini di qualità e salute. Da quando ho cominciato in questo business ho notato una attenzione crescente per i prodotti sostenibili e vegani.

Il vostro prodotto non contiene ingredienti di origine animale. Perché hai deciso di fare il tuo condimento vegano?

Sono dell’idea che non dovrebbero esserci limitazioni nel consumare del cibo delizioso. Sia per motivi religiosi, etici, o una scelta dovuta a motivi di salute. Volevamo un prodotto che potesse essere gustato dal maggior numero di persone in tutti i paesi. All’inizio, quello di sviluppare un condimento vegano al kimchi è stato un processo difficile, ma ce l’abbiamo fatta, creando un condimento per tutti e non solo per vegani.

Quando consumiamo qualsiasi cibo dobbiamo essere coscienti su come e dove è stato prodotto.

Su che tipo di progetti lavorate a Food Culture Lab?

La visione della nostra azienda è quello di promuovere uno stile di vita salutare e sostenibile, basato sul cibo coreano. Per questo abbiamo sviluppato un condimento al kimchi vegano (basato sui batteri dell’acido lattico dal kimchi) che abbiamo già lanciato e al momento stiamo facendo ricerca per sviluppare delle bevande salutari e alimenti proteici.

Quando sarà disponibile in Europa il condimenti al kimchi?

Abbiamo in programma di distribuire il nostro prodotto in Europa nella seconda metà del 2020 o all’inizio del 2012. Abbiamo già contatti con aziende in Francia e Germania. In Europa c’è sempre stata molta attenzione per le tematiche della sostenibilità e dell’alimentazione. Per questo motivo l’interesse per la cucina coreana, in particolare kimchi e cibi fermentazione, è cresciuto molto.

kimchi seasoning insalata

Ci dai qualche consiglio su come utilizzare il vostro condimento al kimchi?

Il condimento vegano al kimchi, piccante e fermentato naturalmente si abbina a tantissimi cibi. Provatelo sulla pizza, sul pollo fritto, popcorn o sulle verdure. Basta un pizzico di Kimchi Seasoning Mix per aggiungere quella spinta di piccante che manca al piatto.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code